Come districarsi tra le varie sigle e tecnologie che si occupano di informazione di prodotto

Il fine ultimo di ogni azienda manifatturiera è produrre dei buoni prodotti da vendere, per realizzare fatturato e guadagni.

Ma per vendere bene – ma anche per soddisfare i clienti – è necessario comunicare bene.

E comunicare bene significa fornire dati, fornire informazioni:

  1. per scegliere con cognizione di causa il prodotto più adatto alle proprie esigenze, avendo la possibilità di fare confronti, ecc.,
  2. nel post vendita comunicare significa dare tutte le informazioni per utilizzare il prodotto correttamente, per poterlo installare o montare, per poterlo riparare o smantellare o riciclare, ecc.

Quindi, quando in azienda si raggiunge la consapevolezza di avere una immane quantità di informazioni da raccogliere, gestire, comunicare, si cerca il supporto di una tecnologia.

Ci si imbatte allora in queste sigle PIM – CCMS – DAM – DMS – PDM – PXM, che hanno in comune il fatto di occuparsi di informazioni relative al prodotto

C’è un po’ di confusione con tutti questi acronimi. 

Analizziamole una per una.

Cos’è il PIM

PIM è l’acronimo di Product Information Management. Si riferisce al processo di gestione di tutti i dati, i contenuti, e ogni altro materiale necessario per commercializzare e vendere prodotti.

Che tipo di informazioni sul prodotto possono essere gestite con il PIM?

Attorno al prodotto ci sono decine o centinaia di informazioni.
Per esempio:

  • SKU, codici, nomi, descrizioni, ecc…
  • Gerarchia e relazioni tra i prodotti
  • Categorie, etichette, varianti
  • Specifiche tecniche
  • Misure, materiali, ingredienti, garanzie
  • Risorse digitali: immagini, video, documenti, ecc.
  • Specifiche di marketing
  • Elementi SEO
  • Prezzi, mercati 
  • Testimonianze, recensioni dei clienti
  • Istruzioni di montaggio
  • Info sui prodotti della concorrenza
  • Stringhe traduzioni

Un buon processo PIM è in grado di raccogliere tutto questo, gestirlo, pubblicarlo e distribuirlo su diversi canali e media.

Cosa puoi fare con un sistema PIM?

Raccogliere, “pulire”, armonizzare, centralizzare le informazioni sui prodotti al fine di fornire informazioni costanti, accurate e aggiornate a più canali di distribuzione e pubblicazione sia per attività di presales (tipicamente marketing: dal catalogo, al sito. al marketplace), sia aftersales (manuali, istruzioni, ecc.). 

Nello specifico puoi:

  • Arricchire le descrizioni e le specifiche dei prodotti
  • Collegare immagini, documenti e media ai prodotti
  • Gestire le relazioni tra prodotti
  • Creare e pubblicare schede prodotto, cataloghi, catalistini, pagine web, siti e-commerce
  • Automatizzare la creazione e la manutenzione dei documenti on line e off line
  • Tenere traccia di tutti i prodotti personalizzati e gli speciali
  • Gestire le traduzioni in lingua dei contenuti e le relative pubblicazioni
  • Gestire siti di e-commerce che devono aggiornare costantemente i contenuti, migliorare l’esperienza utente e i tassi di conversione.

Alcune proposte usano anche l’acronimo “PCM” per Product Content Management 

Cos’è un CCMS

Un sistema di gestione dei contenuti Component Content Management System o CCMS, funziona come qualsiasi altro sistema di gestione dei contenuti CMS, ma gestisce i contenuti a un livello più granulare. 

All’interno di CCMS, il contenuto è gestito a livello di dato, paragrafi, argomenti, concetti o risorse attraverso l’uso di un modello di dati basato su XML. 

Ciò consente agli utenti di mantenere la coerenza tra un documento (o più documenti) dal momento che gli elementi vengono riutilizzati, anziché essere riscritti o copiati e incollati. Consente inoltre un migliore riutilizzo in quanto il contenuto è ulteriormente suddiviso in argomenti più piccoli.

Che tipo di informazioni possono essere gestite con un CCMS?

  • Caratteristiche, dati, descrizioni
  • Glossari, terminologie
  • Descrizione dei processi, delle procedure e dei passi per l’uso e la manutenzione
  • Avvertenze, normative, certificazioni
  • Stringhe di automazione / messaggi
  • Stringhe di applicazioni software HMI
  • Alberi di navigazione del SW
  • Nomi delle parti delle macchine / gruppi / componenti
  • Specifiche tecniche
  • Caratteristiche descrittive / informazioni per la scelta
  • Configurazioni macchina standard e speciale
  • Ricerca guasti / troubleshooting
  • Dati di manutenzione
  • Riferimenti a consumabili e ricambi

Cosa puoi fare con un sistema CCMS?

I sistemi di gestione dei contenuti CCMS sono comunemente utilizzati sia per la gestione dei contenuti internamente all’azienda sia per le esigenze rivolte verso l’esterno, a seconda del caso d’uso.

Con un CCMS potrai seguire tutto il processo di gestione delle informazioni di prodotto più orientate alla parte tecnica coprendo le esigenze di: 

  • chi l’informazione la crea (Ufficio tecnico meccanico, Ufficio tecnico elettrico, Product Managers, Marketing, Documentazione tecnica, After Sales, Training) e la può archiviare con efficienza
  • chi l’informazione la cerca per farne diversi utilizzi (molto spesso sono le stesse figure che abbiamo nominato sopra)
  • chi l’informazione la distribuisce (marketing, documentazione tecnica, pre sales, after sales, training, piattaforme learning), fornendo un motore di pubblicazione per produrre contenuti in formato cartaceo o per il consumo digitale

Cos’è un DAM?

Il Digital Asset Management (DAM) è un sistema che archivia, condivide e organizza le risorse digitali in un DB centralizzato. DAM aiuta le aziende a consolidare il materiale di branding memorizzando centralmente grandi quantità di contenuti digitali. Aumenta la sicurezza, l’organizzazione, la ricerca e distribuzione di risorse digitali.

Viene usato soprattutto per i prodotti che hanno una forte componente “immagine” e poche informazioni tecniche, esempi tipici il mondo fashion o sportivo o redazionale.

Che tipo di informazioni possono essere gestite con un DAM?

  • Ogni asset digitale. Soprattutto file come: foto, disegni, video, audio, documenti e altri media. 

Cosa puoi fare con un DAM?

  • Organizzare le risorse digitali in una posizione centrale
  • Automatizzare i flussi di lavoro e migliorare la creatività del team
  • Individuare rapidamente i file multimediali utilizzando sofisticate funzionalità di taggatura e ricerca
  • Automatizzare attività come il ridimensionamento, la conversione (RGB/CMYK), la filigrana per le immagini
  • Gestire le autorizzazioni attraverso un’ampia funzionalità di copyright
  • Ridurre i tempi di richiesta delle risorse rendendo self-service le richieste dei media

Che cos’è il DMS?

La Gestione dei Documenti, denominata Document Management Systems (DMS), è un sistema informatico, un software, per archiviare, gestire e tenere traccia di file e immagini elettroniche di documenti cartacei acquisiti, solitamente, mediante l’uso di uno scanner. 

La gestione dei documenti con DMS è una delle tecnologie antesignana della gestione dei contenuti. Fornisce alcune delle funzionalità di base per la gestione dei contenuti, imponendo controlli e capacità di gestione su documenti che sarebbero altrimenti “stupidi”. 

Cosa posso gestire con un DMS?

  • Qualsiasi tipo di documento elettronico

Cosa puoi fare con un DMS?

  • Gestione check-in / check-out e blocco di un documento elettronico
  • Controllo della versione, in modo da poter tenere sotto controllo il modo in cui è stato creato il documento corrente e in che modo differisce dalle versioni precedenti
  • Rollback, per “attivare” una versione precedente in caso di errore
  • Audit trail, per consentire la ricostruzione di chi ha fatto cosa per un documento nel corso della sua vita nel sistema
  • Annotazioni e taggatura,

Che cos’è il PDM?

Il Product Data Management (PDM) è un sistema per la gestione dei dati di progettazione e dei processi di ingegneria in un’unica posizione centrale. I team di ingegneri utilizzano il software PDM per organizzare le informazioni relative al prodotto, tenere traccia delle revisioni, collaborare, gestire gli ordini di modifica, generare distinte materiali (BOM) e altro ancora. 

Benché contenga informazioni sul prodotto non è da considerare tra i sistemi usati per raccogliere e distribuire informazioni che vengono poi organizzate in documenti che illustrano il prodotto al di fuori dell’azienda. 

L’ultimo arrivato: il PxM

Cos’è il PxM, Product Experience Management? 

La definizione e il concetto di PxM è ancora in evoluzione. 

Il termine viene utilizzato da alcuni fornitori di soluzioni per definire il modo in cui le aziende stanno sfruttando le nuove tecnologie per offrire esperienze al cliente personalizzate e coinvolgenti, mentre ricercano e acquistano prodotti, basandosi su contenuti contestualizzati al media, al canale, al profilo utente ecc. 

Questo utilizzando dati analitici e informazioni disponibili (ad esempio, provenienti dai canali), tecniche di machine learning (ML) e intelligenza artificiale (AI).

Se pensiamo ai grandi brand, ogni giorno i loro prodotti vengono elencati, pubblicizzati, presentati e venduti su migliaia di piattaforme e canali diversi. Per questo motivo il prodotto deve essere visualizzato nel formato giusto, con le info pertinenti, nella struttura e nello stile corretti del rispettivo canale.

Siamo passati da “content is the King” a “context is the King”.

E quindi?


la buona notizia è questa: la nostra soluzione EKR Orchestra® raccoglie gran parte delle funzioni sopra descritte.


EKR Orchestra® è la soluzione “All in one” che permette di raccogliere ogni tipo di informazione, dialogando con le altre infrastrutture presenti in azienda (ERP, PLM) consentendo risparmi alle aziende nell’ordine di centinaia di K/anno e una crescita qualitativa nella comunicazione del prodotto.

Scopri EKR Orchestra qui

Giorgio Saleri
Business Developer

Leave a reply:

Your email address will not be published.

captcha
- Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati

Site Footer

Sliding Sidebar

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

Resta informato ricevi tutte le ultime notizie!

You have Successfully Subscribed!